testalino master

Presentazione

Direttore Scientifico: Michela Balconi (IUSTO, Università Cattolica del Sacro Cuore)

Comitato Tecnico Scientifico: Claudia Chiavarino, Alessio Rocchi, Alessandra Schiatti (IUSTO); Francesco Gallucci (AINEM - Associazione Italiana di Neuromarketing, IUSTO); Roberto Mattio (AIDP - Associazione Italiana per la Direzione del Personale)

Organizzato in collaborazione con:

Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano e Brescia

AINEM, Associazione Italiana di Neuromarketing, Milano

AIDP, Associazione Italiana per la Direzione del Personale, Piemonte e Valle d’Aosta

 

Come fare per contribuire allo sviluppo di risorse funzionali e al contempo a gestire la complessità e il cambiamento organizzativo? Questa è la domanda che le aziende più innovative si stanno ponendo, un'esigenza di gestione della complessità che sta crescendo in tutti gli ambiti professionali. Lo scenario attuale è dominato da cambiamenti estremamente rapidi, che richiedono lo sviluppo e la messa in atto di competenze di nuova generazione, come quelle connesse ad esempio al change management, all’intelligenza artificiale e allo smartworking.

La proposta nasce infatti con l’obiettivo di fornire gli strumenti necessari per sviluppare competenze nell’ambito della gestione delle risorse umane applicando le neuroscienze ai contesti aziendali.

Il corso intende formare professionisti di alto livello, da un lato  fornendo solidi riferimenti di carattere scientifico ed antropologico, e dall'altro fornendo gli strumenti per sviluppare skills di elevata specializzazione in termini di technicalities (es. training, marketing, recruitment).

Obiettivi formativi

Nello specifico il corso è strutturato in tre moduli che prevedono di:

  • formare professionisti HR, nei ruoli formativi e gestionali nei contesti aziendali, profit e no-profit, pubblici e privati, garantendo un'elevata preparazione, teorica e pratica;
  • trasmettere conoscenze teoriche e pratiche delle neuroscienze applicate, in un orizzonte etico-antropologico di riferimento, per la gestione delle risorse, della formazione e dell’assessment;
  • favorire le competenze nei diversi ambiti delle tecniche neuroscientifiche, in contesti HR e per la ricerca applicata in settori avanzati;
  • acquisire capacità relazionali come rapporto tra soggetti ciascuno con la propria unicità e globalità fisica, cognitiva, sociale, affettiva ed emozionale;
  • aggiornare le conoscenze sugli strumenti più innovativi di intervento e di ricerca applicata;
  • fornire strumenti di intervento capaci di rispondere nel modo migliore per ogni singolo caso;
  • stimolare spazi di ricerca e approfondimento nell’ambito dei diversi settori del neuromanagement.

Profilo professionale finale

A conclusione del corso il professionista avrà sviluppato skills e competenze tecniche volte a fornire presidio e supporto all’HR (Human Resources) nella gestione delle risorse e delle persone in contesti organizzativi e sociali, complessi e in costante evoluzione. 

Potrà applicare metodiche di analisi e intervento proprie delle neuroscienze applicate, per trasformare il fattore umano in un fattore di business.