Concluso in giugno il primo corso sul ruolo dello psicologo nella gestione della crisi da sovraindebitamento a cura dell’Istituto Salesiano Universitario di Torino (IUSTO) all’interno del progetto Non farti usare, presentato dalla Biblioteca Universitaria Mario Viglietti per l’Avviso pubblico “Piano Cultura Futuro Urbano – Biblioteca casa di quartiere” del Ministero per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo.

In pieno lockdown, preoccupati per la situazione economica di molte famiglie indebitate con mutui per la prima casa, perdita del lavoro, cassa integrazione, leasing e prestiti, gli avvocati Chiara Cracolici e Alessandro Curletti, i dottori commercialisti Roberta Monchiero e Stefano Scagnelli, la psicologa Dora Picasso e la matematica Chiara Andrà, coordinati da Elena Buffa, responsabile della Biblioteca universitaria di IUSTO e ideatrice del progetto, hanno messo a disposizione le loro conoscenze e la loro professionalità per costruire un percorso multidisciplinare sul tema del sovraindebitamento.

Il corso – realizzato online per le misure di contenimento del contagio in vigore - è stato un successo: oltre 60 adesioni per la prima edizione, che è stata ripetuta poche settimane dopo, con altrettanta partecipazione e coinvolgimento. Hanno preso parte al webinar di formazione studenti di psicologia, psicologi professionisti, avvocati, commercialisti, insegnanti ed educatori. Sono stati analizzati insieme all’uditorio, alcuni casi concreti tra i più emblematici e rappresentativi delle situazioni comuni da sovraindebitamento, rigorosamente anonimi; e sono state fornite informazioni essenziali per il trattamento degli stessi sia sotto profilo giudico e di presa in carico economico-legale, sia da un punto di vista più squisitamente clinico-psicologico: osservando le dinamiche familiari, le condizioni di salute o di malattia dei soggetti, le possibilità e i limiti di intervento.

L’elemento di novità del corso è stato proprio il focus sul ruolo dello psicologo nella gestione della crisi da sovraindebitamento: fino ad oggi, infatti, manca il riconoscimento istituzionale di questa figura professionale all’interno degli organi di gestione della crisi. Molte sono le possibilità per lo psicologo in questo campo così come emerso dal corso: far sentire la persona accolta e ascoltata, rassicurata dalla sospensione del giudizio, fornire un supporto sia sul piano diagnostico sia su quello preventivo, dare sostegno nel processo di accettazione del problema, nell’ elaborazione del trauma, nella corretta identificazione dei fattori di rischio e dei campanelli di allarme, nella comprensione del contesto familiare e sociale del paziente, nell’interpretazione della richiesta di aiuto, nel far emergere altri 'sommersi' e lavorare sugli irrisolti, sulle fragilità del paziente ma anche sulle sue risorse e strategie di coping. Lo psicologo può rappresentare altresì una figura di aiuto nella gestione dello stress, educare ad un uso responsabile, autodeterminato e consapevole del denaro e supportare l’utente a non evitare la problematica ma a fronteggiarla efficacemente, sostenendolo nella trasformazione identitaria e di integrazione del Sé. Si osserva che lo psicologo avrebbe anche un ruolo chiave di intermediario tra il paziente e gli avvocati, i giudici e i commercialisti e più in generale gli enti preposti ad arginare il fenomeno del sovraindebitamento. In questo modo, lo psicologo prenderebbe parte ad un intervento di squadra, lavorando con il paziente sovraindebitato e con la sua rete di relazioni in ottica sistemica e di coinvolgimento attivo a stretto contatto con le altre figure professionali. Non da ultimo, spesso il sovraindebitamento causa oppure è causato da gioco d’azzardo patologico o da altre dipendenze su cui lo psicologo potrebbe intervenire con un lavoro specifico di sostegno e trattamento.

Un tema molto interessante, affrontato solo marginalmente ma non per questo trascurabile, è quello del rischio di burn out dei professionisti presso gli organi di gestione della crisi da sovraindebitamento, i quali si trovano spesso da soli nell’incontro con casi anche molto problematici in termini di salute mentale. Un supporto da parte di uno psicologo specializzato sarebbe, perciò di vitale importanza nel promuovere il benessere bio-psico-sociale degli operatori e prevenire i rischi connessi alla delicata professione che svolgono.

Presso IUSTO è attivo da diversi anni uno sportello di ascolto, supporto psicologico e informazione per persone che hanno problemi legati al sovraindebitamento o al gioco d’azzardo patologico, ma il percorso per il riconoscimento del ruolo dello psicologo all’interno delle problematiche dilaganti legate all’uso del denaro è ancora lungo.

Infine, abbiamo chiesto ai frequentanti un giudizio sul corso, con domande mirate a conoscere quali elementi avessero maggiormente appreso. Unanimemente un’indicazione emerge da tutti i commenti raccolti: l’importanza della prevenzione, a livello psicologico, per non arrivare a farsi soverchiare dalla situazione critica e difficile degli eccessivi debiti e una riflessione importante sullo psicologo come figura professionale da contattare non quando è troppo tardi, ma appena ci si accorge che qualcosa non va.

Comunicato a cura di Chiara Andrà e Valentina Pizzichetti

http://www.nonfartiusare.it/

Chiara Andrà

Ricercatrice in Didattica della Matematica presso l’Università del Piemonte Orientale, si occupa di educazione finanziaria, emozioni, misconcetti ed euristiche nell’apprendimento della matematica.

Valentina Pizzichetti

Dottoranda di ricerca in Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione presso l’Università Pontificia Salesiana di Roma, collabora alla gestione dello sportello d’ascolto e informazione per il sovraindebitamento attivo presso l’Università IUSTO-Rebaudengo.

II edizione - LO PSICOLOGO NELLA GESTIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

Corso di formazione multidisciplinare per psicologi sulla gestione della crisi da sovraindebitamento e problematiche correlate.

Nell'ambito del progetto “Non farti usare. In biblioteca per un uso responsabile del denaro” promosso dalla Biblioteca Universitaria dell’Istituto Universitario Salesiano IUSTO Rebaudengo, finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo nel Piano Cultura Futuro Urbano, verrà avviatala seconda edizione del corso "Lo Psicologo nella gestione della crisi da Sovraindebitamento", corso di formazione multidisciplinare per psicologi, psicoterapeuti e psicologi in formazione sulla gestione della crisi da sovraindebitamento e problematiche correlate.

Il corso è gratuito e si svolgerà nelle giornate 9, 10 e 16 giugno dalle 16.30 alle 19.00.

Numero massimo partecipanti: 50

Chiusura iscrizioni: giovedì 4 giugno

ISCRIVITI SUBITO

 PROGRAMMA - II edizione

Martedì 9 giugno h 16.30-19.00

Fattori economici, giuridici, emotivi e valoriali nella crisi da sovraindebitamento

  • Introduzione al corso
  • Vivere con il debito: storie di casi
  • Il contributo dello psicologo: definizione degli obiettivi del corso
  • Questionario di monitoraggio

Mercoledì 10 giugno h 16.30-19.00

La gestione tecnica della crisi da sovraindebitamento

  • Le cause dell’indebitamento e le procedure di composizione della crisi
  • Razionalità e matematica applicate alle scelte di finanza personale

Martedì 16 giugno h 16.30-19.00

L’importanza dello scambio interdisciplinare nella gestione di un fenomeno complesso

  • Limiti attuali e prospettive di intervento della figura professionale dello psicologo
  • La rete piemontese nella gestione della crisi
  • Dibattito e monitoraggio

downloadLOCANDINA

FORMATORI

Chiara Andrà, ricercatrice in didattica della matematica presso l'Università del Piemonte Orientale. I suoi interessi di ricerca riguardano i misconcetti in matematica e il loro ruolo nell'educazione finanziaria e nel rapporto problematico con il gioco d'azzardo.

Chiara Cracolici e Alessandro Curletti, avvocati fondatori dello Studio Legale Cracolici Curletti e gestori della crisi presso l’organismo di composizione delle crisi "La Rinascita degli Onesti" del Comune di Villastellone.

Roberta Monchiero e Stefano Bernardo Scagnelli, dottori commercialisti dello studio LS Lexjus Sinacta e gestori della crisi presso l’organismo di composizione delle crisi "La Rinascita degli Onesti" del Comune di Villastellone.

Dora Picasso, psicologa esperta in neuroscienze e riabilitazione neuropsicologica. Si occupa della fase diagnostica, valutativa e riabilitativa di patologie neurodegenerative e cerebrolesioni acquisite. Lavora, inoltre, in contesti terapeutici residenziali per il trattamento delle dipendenze patologiche.

ISCRIZIONI

Il corso è gratuito e aperto a psicologi e psicoterapeuti. ISCRIVITI QUI

Si svolgerà in modalità webinar su piattaforma Zoom negli orari indicati da programma, con la possibilità per gli iscritti di scaricare i materiali integrativi dal sito web e di contattare direttamente i formatori.

Verrà rilasciato attestato di frequenza per la partecipazione al corso completo.

0
0
0
s2sdefault