COMUNICATO STAMPA

All’attenzione degli organi di stampa e televisivi, gestori di portali internet, blog e newsletter, con preghiera di diffusione.

LE PROFESSIONI DELLA PSICOLOGIA DELLO SPORT, CONVEGNO INTERNAZIONALE A TORINO

sabato 5 dicembre p.v.

Gershon TENENBAUM dagli Stati Uniti e Paul WYLLEMAN dal Belgio

IUSTO - Istituto Universitario Salesiano Torino Rebaudengo. Aula magna, Piazza Conti di Rebaudengo 22.

INGRESSO GRATUITO

Sabato 5 dicembre si svolgerà il Convegno internazionale: “Le professioni della Psicologia dello sport – prospettive future" organizzato dall'Istituto Universitario Salesiano Torino-Rebaudengo (IUSTO) e dal CONI Piemonte – Scuola Regionale dello Sport.  Sarà questa l’occasione per incontrare due relatori di fama internazionale sull’argomento: Gershon Tenenbaum, dalla “Florida State University” e Paul Wylleman, dalla “Vrije Universiteit Brussel”; discutere delle opportunità di sviluppo delle professioni della Psicologia dello sport  e delle prospettive future della materia.

Verrà inoltre presentato il “Manifesto dello psicologo dello sport” frutto del Tavolo di lavoro composto da IUSTO, CONI Piemonte, CIP Piemonte, Regione Piemonte - Assessorato allo sport, Ordine degli Psicologi del Piemonte, AIPS, IUSVE.

“Nel confronto con i partner e con il territorio, è emersa la necessità di promuovere e diffondere, a diversi livelli, una maggiore chiarezza sulla definizione delle competenze, dei ruoli e dei confini professionali dello Psicologo dello Sport.” - afferma il direttore generale di IUSTO Alessio Rocchi - “Raccogliendo tale richiesta, IUSTO ha organizzato un percorso per la redazione e la pubblicazione di un «Manifesto dello Psicologo dello Sport» nel quale ha coinvolto enti ed esperti del settore. Questo convegno porta a compimento tale percorso e conclude nel miglior modo il 2015, anno in cui si è celebrato il bicentenario della nascita di don Bosco e in cui Torino è Capitale Europea dello Sport”.

Prosegue l'Assessore regionale allo Sport Giovanni Maria Ferraris: “Non posso che salutare con convinzione profonda il percorso intrapreso dall'Istituto Universitario Salesiano Torino-Rebaudengo, che ci porta finalmente alla presentazione del Manifesto dello Psicologo dello Sport. L'atleta moderno necessita di supporto psicologico, non solo per quanto concerne l'approccio all'allenamento ed al momento culminante della gara, ma anche nei rapporti con la squadra, le Società Sportive, gli stessi familiari e tutto l'ambiente che lo circonda. La psicologia dello Sport diventa quindi una competenza importante non solo nella cosiddetta routine quotidiana, ma anche in momenti di particolare carico e stress; una professione sempre più utile alla crescita umana sia per chi si avvicina allo sport che per chi lo pratica regolarmente”.

 “Il principale obiettivo del Manifesto dello Psicologo dello sport,  a cui lo IUSVE ha fin da subito aderito, nasce proprio dall’esigenza emergente dal territorio di chiarire sempre più le conoscenze, le competenze e le abilità degli Psicologi professionisti che vogliano operare non solo in ambito agonistico, ma anche in ambito riabilitativo, ricreativo, sociale, preventivo, organizzativo. L’esigenza di un Manifesto rappresenta un passo non solo fortemente sentito ma anche necessario rispetto all’attuale panorama europeo.” Affermano Nicola Giacopini, Direttore Dipartimento di Psicologia e la referente di Psicologia dello Sport - prof.ssa Marcella Bounous di IUSVE – Istituto Universitario Salesiano di Venezia.

Conclude così il Presidente del CONI Piemonte, Gianfranco Porqueddu: ”la figura dello psicologo dello sport in un momento di particolare difficoltà sociale e culturale può sicuramente contribuire a veicolare in maniera positiva costruttiva i valori dello sport e le sue prerogative tra i tesserati delle varie discipline sportive.”

Ufficio Comunicazione

dott.ssa Eleonora Ruzzante: comunicazione @ius.to - 329 6932562 – 011 2340083.

SI RINGRAZIA ANTICIPATAMENTE PER DARNE INFORMAZIONE AGLI ORGANI DI STAMPA

0
0
0
s2sdefault